CORSI DI FORMAZIONE

Al fine di garantire lo sviluppo dell’educazione alla salute e la promozione di stili di vita sani e sicuri, il Comitato di Roma offre diversi percorsi formativi rivolti alla popolazione con l’obiettivo di ottenere il pieno coinvolgimento e sensibilizzazione all’educazione, all’assistenza, alla prevenzione e al soccorso del singolo cittadino.

I corsi sono i seguenti:

Corso di Primo Soccorso prevenzione infortuni e protezione civile

Lo scopo del corso è quello di trasmettere un’adeguata formazione completa di principi base, di manovre e di tecniche pratiche per permettere al singolo cittadino di prevenire incidenti e poter intervenire correttamente e tempestivamente in situazioni di emergenza senza arrecare danni all’infortunato. Al termine del Corso di Primo Soccorso viene rilasciato il Brevetto Europeo di Primo Soccorso (EFAC – European First Aid Certificate).
Inoltre, il Comitato di Roma offre la possibilità di svolgere tutto il percorso di primo soccorso in 5 singoli moduli monotematici BLS (Basic Life Support), Sistema Nervoso, Ferite-Emorragie-Shock, Apparato Digerente, Malori Improvvisi. L’iniziativa ha lo scopo di rendere il corso accessibile a tutti, andando incontro alle esigenze di coloro non hanno la possibilità di frequentare un corso di struttura unitaria.

Corso Esecutore Manovre Salvavita in età pediatrica – MSP/MDPED

In Italia circa 50 bambini, di età compresa dai 0 e 14 anni, ogni anno muoiono a causa di incidenti provocati dalla ostruzione delle vie aeree mentre, 400-500 sono quelli che muoiono per cause attinenti all’arresto cardiocircolatorio. In questi situazioni alcune semplici manovre che possono fare la differenza, per ciò il Comitato di Roma organizza il corso MSP/MDPED, comprensivo di una lezione teorica e pratica, ha lo scopo far acquisire e saper eseguire manovre di disostruzione delle vie aeree e rianimazione cardiopolmonare in età pediatrica. Il corso, volto a mantenere e a migliorare la salute dei bambini, è rivolto a individui, o gruppi di persone, che sono a contatto con soggetti in età pediatrica.

Corso di Accompagnamento alla nascita

Il corso di Accompagnamento alla nascita è rivolto alle mamme e alle coppie che vivono l’attesa dei nove mesi. Gli obiettivi del corso sono due:
– Scoprire e conoscere il proprio bambino ancor prima della nascita e accompagnare la coppia alla scoperta della futuro ruolo genitoriale;
– Acquisire consapevolezza della gravidanza e del parto, attraverso le linee guida dell’OMS.

Corso abilitante all’utilizzo del Defibrillatore, FULL D (BLSD+PBLSD)

Il corso si pone come obiettivo l’apprendimento da parte del partecipante dell’esecuzione delle manovre di rianimazione cardiopolmonare e dell’utilizzo, in maniera appropriata, del defibrillatore semiautomatico, sia in età adulta sia in età pediatrica (BLSD+PBLSD). Al termine del corso viene rilasciata una duplice certificazione di idoneità all’uso del defibrillatore semiautomatico di Croce Rossa Italiana e Ares 118. Il Comitato di Roma è centro di formazione accreditato Ares 118 con delibera n.435 del 27/10/2015.

Corsi di formazione rivolti alle professioni sanitarie

I corsi sono rivolti a coloro che operano già in ambito sanitario ed a coloro che vogliano intraprendere attività nel campo dell’emergenza sanitaria, extra ed intra ospedaliera al fine di raggiungere un’elevata formazione professionale. Tipologia di corsi: CORSO FULL D BLSD+PBLSD, TRAUMA BASE, TRAUMA, AVANZATO, ALS e PALS.

TRASPORTI SANITARI

I servizi di trasporto messi a disposizione dalla Croce Rossa di Roma permettono il trasporto in piena sicurezza e assistenza a persone momentaneamente o cronicamente inferme, malate o disabili. È un servizio fondamentale anche se non di urgenza.
Queste alcune condizioni di necessità che il servizio risolve:

 

Dimissioni

Riportare presso la propria abitazione una persona (non deambulante) che era ricoverata in ospedale, o aveva avuto bisogno dell’assistenza in Pronto Soccorso.

Trasferimenti

Trasferimenti da un ospedale o da una struttura sanitaria ad un’altra, per la continuazione di una terapia.

Trasporti per visite mediche

Trasporti per visite mediche, per esempio visita per certificato d’invalidità, o visite specialistiche, o ricoveri non in regime di urgenza o programmati (ad esempio Day-Hospital).

Trasporti per terapie

Emodialisi, fisioterapia, radio e chemioterapia.

Sono molte le situazioni in cui una persona possa avere bisogno di essere accompagnata in modo protetto da e verso strutture sanitarie. Può altresì accadere che sia necessario essere accompagnati in un luogo lontano dal proprio domicilio anche per ragioni non sanitarie (es: periodo di vacanza, trasferimento in un altro domicilio, accompagno per impegni familiari, etc…). Nel caso in cui, per ragioni di salute, una persona non sia in grado di sostenere il viaggio in tutta sicurezza è necessario essere accompagnati con un mezzo adeguatamente attrezzato, assistito da personale qualificato.
L’attività di trasporto in ambulanza è normata:

– Dalla Legge Regionale Lazio 49 del 1989 (“Disciplina del servizio di trasporto infermi da parte di istituti, organizzazioni ed associazioni private”)
– Dall’intesa Stato-Regioni sull’applicazione del decreto del Presidente della Repubblica 27 marzo 1992 recante “Atto di indirizzo e coordinamento alle regioni per la determinazione dei livelli di assistenza sanitaria di emergenza”
– Dal Decreto del Commissario ad Acta della Regione Lazio numero 8/2011 e s.m.i.

Tutte queste norme (e altre da esse recepite) definiscono la maggior parte delle caratteristiche del servizio di trasporto persone in ambulanza. Oltre ad ottemperare a tutte queste norme come dovuto, il Comitato Area Metropolitana della CRI:

Svolge l’attività con centinaia di Volontari della CRI che sono la vera grande risorsa della Associazione
Certifica il proprio personale autista/soccorritore attraverso una formazione che ha una durata di almeno 60 ore teoriche ed altrettante di tirocinio pratico (corso TSSA: trasporto sanitario e soccorso in ambulanza)
Rinnova le certificazioni con retraining almeno annuali
Ha conseguito la certificazione ISO:9001 per l’attività di trasporto infermi ed assistenza sanitaria
Possiede una centrale operativa, la Sala Roma, che risponde allo 065510 per pianificare le richieste di trasporto in tutta comodità in ogni momento della giornata (H24).

Le attività di accompagno possono essere anche svolte con il servizio di Taxi sanitario che in caso di bisogno, può essere svolto con mezzi di trasporto convenzionali o adatti alle persone portatrici di handicap.

TERAPIA FISICA E RIABILITAZIONE

Il CEM (Centro di Educazione Motoria), è una struttura sanitaria di riabilitazione dedicata al trattamento di pazienti affetti da lievi-medie disabilità fino a gravi e gravissime patologie congenite o acquisite,
Il trattamento pone attenzione alle capacità funzionali residue al fine di ottenere i possibili guadagni funzionali con il fine di incrementare al massimo tali abilità e di favorirne l’inserimento scolastico e sociale o, nei casi più gravi, di mantenerne le capacità di base evitando un aggravio della situazione complessiva. Il CEM si prefigge di fornire una qualità dell’assistenza di base di alto livello con il primo obiettivo di garantire la dignità individuale del paziente.
Il CEM opera garantendo i livelli di assistenza e riabilitazione definiti dal Sistema Sanitario Nazionale e Regionale attraverso prestazioni erogate nel rispetto dei principi di appropriatezza, sulla base delle più moderne conoscenze tecnico-scientifiche, rafforzate dai principi etici di Croce Rossa che mettono la persona al centro di ogni attività. Nel rispetto delle disposizioni di legge in materia di sicurezza e nei limiti dei requisiti minimi stabiliti dalla Regione Lazio con il DPCA 434 del 2012, ospitiamo i pazienti in un ambiente il più possibile familiare, attento alle esigenze e alle specificità del background sociale e sanitario di ognuno.

 

LA STRUTTURA

La struttura è suddivisa su 3 piani ed è contornata da un grande parco nel quale una zona è espressamente dedicata ai pazienti del CEM.
L’edificio in cui sorge il Centro di Educazione Motoria si sviluppa su una superficie di circa 2500 mq suddivisi in 3 piani.
I servizi attivi sono:
-Degenza residenziale riabilitativa di mantenimento per 45 utenti.
-Servizio semiresidenziale (8:30-15:30 dal lun al venerdì e sab dalle 8:30 alle 14:00).
-Servizio ambulatoriale per 30 adulti affetti da patologie croniche.

OFFERTA ASSISTENZIALE

L’equipe riabilitativa, è coordinata e gestita da un medico specialista in medicina fisica e riabilitativa, a cui afferiscono le seguenti figure professionali:
Medico internista
-Infermiere
-Fisioterapista
-Terapista occupazionale
-lLogopedista
-Educatore
-Assistente sociale
-Psicologo
-Operatore socio sanitario
Siamo in grado quindi di effettuare una presa in carico olistica della persona secondo i più moderni criteri di modello bio-psico-sociale.
Il team riabilitativo si riunisce con cadenza settimanale al fine di condividere i punti di vista professionali in merito alle condizioni cliniche generali, riabilitative, sociali, psicologiche e di gestione infermieristica riguardanti i singoli utenti, per trovare soluzioni efficaci, efficienti e adatte al singolo individuo condividendo eventuali modifiche al Piano Riabilitativo Individuale (PRI) con l’utente e/o con i tutori.
Gli ambiti di assistenza che garantiamo sono:
-Servizio Residenziale
-Servizio Semiresidenziale
-Ambulatorio Adulti
-Servizio Residenziale resp.(Dott.ssa F. Abbondati)
L’attività si basa sulla valutazione delle autonomie motorie residue. L’intervento è rivolto al mantenimento e prevenzione del peggioramento di competenze neuro-motorie, al mantenimento del grado di autonomia nelle attività di base della vita quotidiana, al soddisfacimento dei biosogni affettivo-realzionali e di socializzazione. L’organizzazione della giornata è finalizzata a rendere riabilitante, mediante sistematico supporto, il ripetersi delle attività di vita quotidiana (trasferimento letto/sedia,alimentazione, uso del WC, ecc). Viene valutata, e nel caso attuata, la prescrizione di ausili personalizzati. Gli esami strumentali e di laboratorio specifici, eventualmente necessari per la realizzazione del PRI, sono a carico dell’UO (DGR 3776/06).

L’assistenza medica comprende diagnosi e cura delle patologie eventualmente intercorrenti ed è a carico del MMG come da normativa vigente, su segnalazione del personale medico della struttura. La presenza medica nel’unità è assicurata nella fascia oraria dalle 8:00 alle 20:00 per un minimo di 8 ore al giorno dal lunedì al venerdì fatta eccezione per i giorni festivi. Il personale infermieristico è presente 24h/24h ed assicura l’assistenza con interventi tecnici e competenze specifiche coordinando il personale OSS debitamente formato.

SERVIZIO SEMIRESIDENZIALE

Il servizio semiresidenziale del CENTRO DI EDUCAZIONE MOTORIA fornisce un servizio rispondente alle esigenze della popolazione territoriale dedicato alle patologie. il servizio di riabilitazione semiresidenziale è attivo per 6 giorni a settimana, dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 15:30 e il sabato dalle 8:30-14:00, prevede un orario mattutino di accoglienza (ore 8:30-9:15) e l’effettuazione di attività strutturate e individuate per ciascun utente sulla base del progetto riabilitativo individuale. Il progetto riabilitativo individuale viene stabilito dall’intera equipe sulla base delle valutazioni iniziali che ogni operatore effettua e condivide nelle riunioni di equipe periodiche. Eventuali modifiche al Progetto riabilitativo individuale sono effettuate sulla base della valutazioni intermedie e di eventuali necessità dei singoli casi.

ATTIVITÀ

-Terapia occupazionale (alcuni esempi: laboratori di pittura, bricolage, ceramica, piccola falegnameria, orto-terapia).
-Logopedia (progetti di lettura).
-Intervento psicologico sia attraverso la strutturazione di attività individuali e famigliari (gruppi di discussione e self-empawerment) che attività dedicate all’utenza (atelier delle arti espressive e assemblea degli utenti).
-Attività ludico-ricreative varie (uscite, partecipazione a mostre, eventi, mercatini, etc).
-Riabilitazione neuro-motoria.
-Interventi educativi.

SERVIZI AMBULATORIALI

 

 

AMBULATORIO ADULTI

E’ attivo presso il CEM un servizio di trattamento ambulatoriale ex art. 26 degli utenti adulti affetti da Patologie croniche necessitanti riabilitazione.
Gli utenti sono chiamati dalla lista d’attesa presso l’ufficio relazioni con il pubblico (URP) del CEM che raccoglie direttamente dagli utenti le autorizzazioni da parte della asl di riferimento per la presa in carico ambulatoriale.

La struttura
L’ufficio URP del CEM è sito al piano 1 del CEM sito a via Bernardino Ramazzini, 31 ed è aperto nei giorni mercoledì dalle 8:30 alle 10:00 e il giovedì dalle 12 alle 14 e risponde al numero telefonico 0655100823.

Offerta assistenziale
Gli utenti vengono valutati nella mattina del giovedì dalle 9:00 alle 12:00 da un equipe multidisciplinare al fine di rendere qualitativamente migliore il servizio prestato agli utenti.
L’equipe così composta valuta la necessità e la disponibilità degli accessi degli utenti e l’inserimento in trattamento degli stessi in base alla lista d’attesa tenendo in considerazione la tipologia di accessi disponibili ritenuti opportuni per lo specifico paziente.
Al termine del periodo di presa in carico dell’utente, viene prodotta una lettera di dimissione, indirizzata al medico di medicina generale, in cui viene riportata la data di ingresso e di dimissione, la diagnosi oggetto dell’intervento riabilitativo, il trattamento riabilitativo effettuato, gli obiettivi raggiunti, eventuali indicazioni e terapie da effettuare alla dimissione. Nel caso di necessità socio sanitarie alla dimissione, con l’aiuto dell’assistente sociale, vengono attivati o pre-attivati i servizi territoriali di continuità assistenziale.

AMBULATORIO ETÀ EVOLUTIVA

Il CEM-NPI (neuro-psichiatria-infantile) è una struttura sanitaria di riabilitazione dedicata al trattamento di pazienti in età evolutiva affetti da patologie di vario grado di severità congenite o acquisite.
Il trattamento pone attenzione alle competenze cognitive e motorie presenti favorendo l’inserimento scolastico e sociale.
Il CEM-NPI opera garantendo alti standard abilitativi definiti dal Sistema Sanitario Nazionale e Regionale attraverso prestazioni erogate nel rispetto dei principi di appropriatezza, sulla base delle più moderne conoscenze tecnico-scientifiche, rafforzate dai principi etici di Croce Rossa che mettono la persona al centro di ogni attività. Nel rispetto delle disposizioni di legge in materia di sicurezza e nei limiti dei requisiti minimi stabiliti dalla Regione Lazio con il DPCA 434 del 2012, il trattamento dei piccoli utenti avviene in un ambiente il più possibile familiare, attento alle esigenze e alle specificità del background sociale e sanitario di ognuno.

La struttura
La struttura è al piano 0 dell’edificio sito in Via B. Ramazzini, 31, ed è contornato da un grande parco a disposizione degli utenti e delle loro famiglie.
Il servizio ambulatoriale accoglie fino a 25 utenti in età evolutiva .

Offerta assistenziale
L’edificio in cui sorge il Centro di Educazione Motoria – NPI si sviluppa su una superficie di circa 400 mq su di un unico piano che ospita circa 25 ospiti in regime non residenziale.
La struttura vanta numerose risorse professionali coordinate da un responsabile medico specialista in Neuropsichiatria Infantile a cui afferiscono le figure professionali presenti nell’equipe riabilitativa: logopedista, educatore, assistente sociale, psicologo, terapista della neuropsicomotricità dell’età evolutiva, terapista occupazionale, in grado di effettuare una presa in carico multidisciplinare della persona degente secondo i più moderni criteri del modello bio-psico-sociale.
In questa ottica, il team riabilitativo si riunisce con cadenza settimanale al fine di condividere i punti di vista interdisciplinari in merito alle condizioni cliniche, riabilitative, sociali, psicologiche riguardanti i singoli utenti. Ciò per trovare soluzioni efficaci, efficienti e adatte al singolo individuo condividendo eventuali modifiche al Piano Riabilitativo Individuale (PRI) con l’utente e/o con i tutori.
La relazione del paziente con i propri familiari e tutori è nel CENTRO DI EDUCAZIONE MOTORIA – NPI di centrale importanza. La relazione con i familiari/tutori, nella totalità dei casi dei pazienti affianca costantemente quella con i pazienti. Particolare attenzione deve essere posta anche alle difficoltà proprie dei familiari che si trovano a dover affrontare una condizione di non autosufficienza del congiunto, completa o parziale, definitiva o temporanea. Il Progetto Riabilitativo individuale, viene condiviso con i genitori, come previsto dalla normativa vigente. I genitori sono parte integrante della presa in carico abilitativo in quanto vengono messi nelle condizioni di comprendere il disturbo di relazione derivante dalla lesione assecondando le linee operative abilitative nella vita quotidiana.

Inserimento in lista
Gli utenti sono chiamati dalla lista d’attesa presso l’ufficio relazioni con il pubblico (URP) del CEM che raccoglie direttamente dagli utenti le autorizzazioni da parte della asl di riferimento perla presa in carico ambulatoriale.
L’ufficio URP del CEM è sito al piano 1 del CEM sito a via Bernardino Ramazzini, 31 ed è aperto nei giorni mercoledì dalle 8:30 alle 10:00 e il giovedì dalle 12 alle 14 e risponde al numero telefonico 0655100823.
Gli utenti vengono valutati nella mattina del giovedì dalle 9:00 alle 12:00 da un equipe multidisciplinare al fine di rendere qualitativamente migliore il servizio prestato agli utenti.
L’equipe così composta valuta la necessità e la disponibilità degli accessi degli utenti e l’inserimento in trattamento degli stessi in base alla lista d’attesa tenendo in considerazione la tipologia di accessi disponibili ritenuti opportuni per lo specifico paziente.
Al termine del periodo di presa in carico dell’utente, viene prodotta una lettera di dimissione, indirizzata al medico di medicina generale, in cui viene riportata la data di ingresso e di dimissione, la diagnosi oggetto dell’intervento riabilitativo, il trattamento riabilitativo effettuato, gli obiettivi raggiunti, eventuali indicazioni e terapie da effettuare alla dimissione. Nel caso di necessità socio sanitarie alla dimissione, con l’aiuto dell’assistente sociale, vengono attivati o pre-attivati i servizi territoriali di continuità assistenziale.